World Press Photo Awards 2010. La Teheran di Pietro Masturzo

Teheran, le luci accese nella notte, le donne scrutano dai tetti la loro città. Una di loro, vestita di bianco, porta le mani alla bocca e grida. E’ l’inizio dell’estate e in Iran è l’inizio di tutto. Dopo l’elezione di Ahmadinejad, gli iraniani scendono in piazza per denunciare i brogli. E’ storia di oggi, storia di un Iran che preoccupa tutto il mondo. Storia però privata, di ogni iraniano. Lo scatto del freelance italiano Pietro Masturzo, 29 anni, ha meritato il primo premio dei World Press Photo Awards 2010.

Contemporanea e documentaristica, quella di Masturzo è però una fotografia narrante, che ha il profilo di un racconto. L’atmosfera quasi mistica e notturna la estrae dal tempo contingente, per relegarla nel dominio delle foto senza tempo, eternamente sospese e vere, come la poesia.

Linee, finestre, luci di interno e quella voce muta della donna. Accanto, un’anziana, vestita di nero, guarda nel vuoto e aspetta.

barbara.leoni@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...