L’indiano di Saint Germain

A volte ritornano. Capita così, che per caso, un volo, un arrivo e una passeggiata ti portino a ripassare in quella via, per vedere se, per caso, ci fosse… perchè allora davvero Parigi è quella città dove le cose, i feticci, come direbbe W. Benjamin, ci arrivano in mano, da soli, senza chiamarli. Basta fare l’occhiolino da dietro l’angolo. E lì, a Saint Germain, c’è ancora un pittore indiano, che aveva conosciuto Elsa Morante, tanti anni fa…

barbara.leoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...