Barbara Leoni

Milanese di adozione, ma di origini perdute, ritrovo la bussola nella nebbia modenese, oppure alla finestra, affacciata sul mare di camera mia in Liguria. Ho scoperto l’emozione della lettura su una pagina dell’Isola del Tesoro e la meraviglia nei libri di Elsa Morante. Ho incontrato la parola flâneur a Parigi, altra città del mio caleidoscopio. A casa, ogni  volta in un posto diverso, dove riconosco una sembianza. Déjàvu. Scrivo, fotografo, accumulo, leggo, vorrei essere sempre in viaggio e poi, salvare tutto. Ho un problema: “A me piacciono troppe cose e io mi ritrovo sempre confuso e impegolato a correre da una stella cadente all’altra finché non precipito”. (J. Kerouac)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...